Everest Base Camp Trekking – Partenza di gruppo 16 Ottobre
Condividi su
Share on TwitterShare via email
Stampa

Everest Base Camp Trekking – Partenza di gruppo 16 Ottobre

Con la partenza del 16 Ottobre avremo l’opportunità di condividere quest’esperienza con un gruppo di piccole dimensioni e tour leader dall’Italia: l’ideale per riscoprire un grande classico del trekking in Nepal.

Partenza di gruppo con accompagnatore dall’Italia

16 Ottobre 2014

VAI ALLA PAGINA DEL VIAGGIO

Quando per la prima volta Lionel Terray lasciò le sue Alpi per avventurarsi nel mondo degli Sherpa, rimase profondamente toccato dalla grandiosità di questi luoghi. Di fronte al massiccio dell’Everest ne comprese la sacra natura espressa dal suo nome nepalese: Sagaramatha (Dio del Cielo) e da quello tibetano: Chomolangma (Madre dell’Universo). Da allora – come dalla prima ascesa alla cima di Hillary e Tenzing Norgay – il mito del Khumbu Himal non ha fatto che crescere, divenendo una delle mete più ricercate dei trekkers di tutto il mondo.

L’itinerario classico, che si snoda tra Lukla e il Campo Base dell’Everest, deve molto della sua fama anche alla morfologia del terreno: i sentieri della valle del Kumbu infatti si sviluppano normalmente a mezza costa, con modesti dislivelli all’interno di fitte foreste di rododendri. Non richiedono quindi una preparazione fisica specifica e danno la possibilità di godere appieno degli indimenticabili scenari in cui si sviluppano. La lenta progressione a queste quote assicura inoltre un buon acclimatamento, evitando ai viaggiatori i fastidiosi malesseri dovuti all’altitudine. Con la breve trasvolata da Kathmandu a Lukla – che emozione abbracciare con uno sguardo le catene Langtang e Jugal, il Rolwaling Himal e in parte la regione del Khumbu! – atterreremo nel cuore del Sagarmatha National Park per raggiungere in una settimana la vetta del Kala Pattar. Dai suoi 5.545 m (in apparenza poco più di una collina) ci tufferemo in un panorama a 360° dominato dai più imponenti contrafforti himalayani: Lhotse, Everest, Pumori, Cho Oyu e Nuptse. Da qui solo una sgambata ci separerà dal Campo Base più famoso del mondo.

Il trekking di ritorno – sviluppandosi tra foreste alpine, vette infinite, pascoli, villaggi ricchi di cultura e spoglie pietraie apparentemente prive di vita – riprenderà il percorso tradizionale e riassumerà l’esperienza, intima e sportiva, che ci ha permesso di conoscere a fondo una delle più affascinanti regioni del Nepal.

Condividi su
Share on TwitterShare via email
Stampa

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>