Alaska – Hiking e Rafting nel Arctic Wildlife Refuge

I colori dell’alba sulle cime dei monti alle 2 del mattino; la scarica di adrenalina alla vista di un grizzly dietro un boschetto di salici; la consapevolezza di essere lontani giorni di cammino dal trambusto della civiltà. Benvenuti nell’Arctic Refuge.

L’Arctic National Wildlife Refuge è una delle meno visitate e remote aree del Nord America, e, nonostante riceva molte attenzioni da tutti i media, offre l’opportunità di una ineguagliabile avventura di esplorazione. Sebbene sia sconosciuto il numero esatto, si crede che i 19 milioni di acri di area protetta – un’area pari a quella del South Carolina – ricevano circa 1500 visitatori ogni anno.

L’Arctic National Wildlife Refuge fa certamente onore al suo soprannome: “Serengeti d’America”. Proprio come il famoso parco della Tanzania, l’ANWR sostiene più specie e habitat di ogni altra area tutelata nell’emisfero nord. Tanto che lo US Fish and Wlidlife Service chiama il parco “l’unica area protetta che salvaguarda, in una condizione indisturbata, uno spettro completo dell’ecosistema artico in Nord America”. Caribù, orsi polari, grizzly e buoi muschiati vagano per il versante nord del Brooks Range mentre un’alta concentrazione di aquile reali rende il fiume Kongakut la casa estiva di questi rapaci.

Anche gli uomini hanno una lunga storia in questa regione artica; il popolo dei Gwich’in, stanziali nel nordest dell’Alaska e nel nordovest del Canada, ha fatto affidamento per la propria sopravvivenza su questa grande area selvaggia e sulle sue mandrie di caribù per migliaia di generazioni.

Durante i dieci giorni che passeremo nel parco, potremo goderci meravigliose sensazioni facendo escursioni su terra, pescando nelle acque gelide e trasparenti, fotografando gli scenari più intensi e imparando a conoscere questo sensazionale ecosistema.

Pagaieremo tranquillamente, senza fretta, lungo le 75 miglia su cui si snoda il Kongakut sui nostri gommoni, prendendoci il tempo necessario per escursioni ed esplorazioni giornaliere. Il Kongakut è l’unico fiume di una certa importanza ad avere l’intero percorso all’interno del ANWR. Le sue sorgenti sono in alto nella parte orientale del Brooks Range; scorre verso est e poi verso nord attraverso montagne rocciose, arrivando nella pianura costiera e gettandosi poi nel Beaufort Sea. Acque limpide, scenari mozzafiato e vita selvaggia fanno del Kongakut il fiume più navigato del Parco. Le sue stesse caratteristiche idro-morfologiche – in maggior parte di classe II, con una piccola sezione di classe III – sono un’eccellente condizione per chi ha poca o addirittura nessuna esperienza di rafting.


Condividi su
Share on TwitterShare via email
 




   Separatore viaggio Scarica il programma in PDF Separatore
Chiama per il tuo viaggio personalizzato +39.06.68301655
La scheda
  • Giorni 14
  • Quote a partire da: € 5.470
  • Scarica il Programma Dettagliato:
Highlights
  • L’Artic National Wildlife Refuge: il Serengeti d’America. L’area protetta con il più gran numero di specie e di tipologie di habitat nell’emisfero Nord
  • Discesa in gommone del fiume Kongakut a ridosso del Circolo Polare Artico. Lontano da tutto su un percorso tortuoso tra gole rocciose e tundra
  • L’avvistamento dei grizzly, degli orsi polari e dei caribù
  • Escursioni giornaliere, esplorazioni e raid fotografici
  • La luce, padrona incontrastata delle estati artiche

 


Assicurazioni