India – Trekking al Gocha La

L’alba sul Kanchenjonga o le bandiere nel vento tra i tetti a pagoda dei monasteri di Rumtek; gli incensi accesi a celebrare una delle mille cerimonie e l’entusiasmo della Natura che adattandosi all’altitudine ci stupisce ad ogni tappa. Immagini evocative, forse usate troppo spesso, ma non è certo facile descrivere la bellezza di un viaggio come questo. Probabilmente solo vivendolo in prima persona è possibile afferrare la ricchezza di un trekking completo nel Sikkim.

Lungo gli ampi fondovalle attraverseremo colline ricoperte di magnolie giganti, differenti varietà di rododendri e le famose orchidee selvatiche. Tutt’intorno ai villaggi campi di orzo e miglio interrotti da piccoli laghi glaciali. Sulle prime creste abeti, querce, castagni e pini compongono un vero e proprio paradiso botanico.

Gli ultimi chilometri che precedono Dzongri rappresenteranno una lenta introduzione al mondo del Kanchenjonga: il massiccio si imporrà alla nostra vista attraverso lo splendido balcone di Deorali Darà – il punto d’incontro di uomini e montagne, delle divinità con la natura.

Attraverso immensi massi, rocce e creste affilate entreremo quindi in uno scenario completamente diverso. Dal vecchio campo di Cheematang inizierà la parte più impegnativa della tappa: 5 km di salita lungo scenari brulli e morene coperte di licheni ci permetteranno di raggiungere il punto più alto del trekking, i 5.000 m del passo Goecha La. L’impegno di un terreno complesso e ripido sarà ripagato da splendide viste sul “Dio del Sikkim”.

Ma sin dal nostro arrivo a Delhi sarà evidente anche lo splendore culturale del mondo nel quale stiamo entrando. Che si tratti dei piccoli villaggi che danno vita alle remote vallate o degli imponenti monasteri nei quali si sviluppò la storia del buddismo tibetano, saremo sempre in contatto con la stessa matrice.

Il monastero Rumtek, sede del Karmapa – guida della setta Karma-Kagyupa del buddismo tibetano; le cittadine Yukson e Gangtok con l’Institute of Tibitiology; la vita quotidiana del villaggio Phithang così come i laghi sacri che incontreremo lungo il tragitto o i giardini del tè di Darjeeling. Per quanto siano mondi distanti uno dall’altro, raccogliendoli in un’unica esperienza di viaggio li ricomporremo in un quadro unitario composto dalle mille sfaccettature di una realtà culturale profonda, varia e quasi sempre stupefacente.


Condividi su
Share on TwitterShare via email
 




   Separatore viaggio Scarica il programma in PDF Separatore
Chiama per il tuo viaggio personalizzato +39.06.68301655
La scheda
  • 19 Giorni
  • Quota a partire da € 2.620
  • Periodo consigliato: Settembre – Maggio
  • Scarica il Programma Dettagliato:
Highlights
  • Trekking nei variegati paesaggi naturali del Sikkim: dalle orchidee selvatiche alle foreste di rododendri, dagli alpeggi in quota ai mondi glaciali dei passi
  • Una piccola sfida personale con la salita ai 5.000 m del passo Gocha La
  • Attraverso piccoli villaggi e importanti monasteri per avvicinarsi all’antica cultura tibetana e i grandi frutti artistici e spirituali del buddismo Mahayana
  • Incredibili scenari montani su cui domina il massiccio del Kanchenjunga

Assicurazioni