Nepal – Mustang il regno proibito

Durante i primi decenni del secolo scorso convivevano in Tibet numerosi piccoli regni. Due di questi, il Dolpo ed il Mustang, sono rimasti per molto tempo sconosciuti al mondo occidentale.

Il primo europeo che lo esplorò fu Toni Hagen, geologo svizzero incaricato dall’ONU di redigere una carta geografica del Nepal, nel 1950. I successivi eventi bellici, legati all’aggressione cinese del Tibet ed alla lotta dei guerriglieri tibetani, che avevano nel Mustang le loro basi, hanno tenuto chiusa come in uno scrigno questa magnifica parte del Nepal. È stato aperto al turismo, in modo assai controllato, solo nel 1992 ed ancora oggi è percorribile solo a piedi o con animali domestici (piccoli cavalli e “zoo”, incrocio tra yak e bue). Non esistono infatti strade ma solo sentieri di montagna.

Uno di questi, che segue il corso del Kali Gandaki, ha rappresentato la principale via di comunicazione delle carovane del sale tra Tibet e Pokhara. Per secoli il Mustang ha infatti svolto un ruolo strategico commerciale di rilievo. Solo nell’Ottocento, quando il sale indiano sostituì in gran parte quello proveniente dal Tibet, le fortune del Mustang declinarono ed esso ritornò ad uno stato di significativo isolamento: ancora oggi l’agricoltura e la pastorizia (capre, cavalli, asini, yak, dzong) sono le uniche risorse della popolazione mentre i monasteri dell’VIII, XIII, XV e XVI secolo sono tutti pressoché intatti, attivi e ricchi di magnifiche tangka e di mandala.

Su questa stessa direttrice – dominata dalle vette Nilgiri (7.136 m), Tilicho (7.134 m) e Dhaulagiri (8.167 m) – si sviluppa lo splendido trekking che ci farà conoscere l’ambiente selvaggio, dalle luci e dai colori irreali del Mustang, un Paese in cui usi e tradizioni si sono tramandati con la forza che ancora è percepibile durante il festival di Ti Ji a Lo Manthang. Un rito cerimoniale fatto di suoni e danze (cham) eseguite dai monaci per celebrare l’eterna lotta fra il bene ed il male, che alla fine verrà sconfitto, in un insieme policromo di costumi, maschere e ritualità iniziatica.


Condividi su
Share on TwitterShare via email
 




   Separatore viaggio Scarica il programma in PDF Separatore
Chiama per il tuo viaggio personalizzato +39.06.68301655
La scheda
  • 20 Giorni
  • Quota a partire da € 2.990
  • Periodo ideale: aprile – ottobre
  • Scarica il Programma Dettagliato:
Highlights
  • Assieme al Dolpo, il Mustang è la regione del Nepal che più a lungo ha vissuto un totale isolamento dal resto del mondo
  • Trekking lungo le antiche vie commerciali del sale tra Pokhara e il Tibet
  • Ambienti selvaggi con luci e colori irreali; alti picchi rocciosi erosi dal vento; piccole terrazze coltivate ad orzo che spezzano con i verdi brillanti la monocromia ocra del paesaggio
  • Visite agli antichi monasteri e gompa: Lo-Ghyekar Gompa e Muktinath
  • Un itinerario attraverso alti passi innevati, seguendo le principali vallate nel loro aprirsi all’orizzonte o richiudersi in gole profonde, tagliando pascoli alpini e adeguandosi continuamente alle inattese variazioni del terreno

Assicurazioni