Namibia – L’Essenza della Namibia

10 Giorni – 8 Notti in Namibia

La Namibia è un paese ancora autenticamente selvaggio e unico per la varietà dei paesaggi, delle bellezze naturali e delle specie animali che popolano i parchi e le riserve.

Un luogo di forti contrasti che si estende su spazi sconfinati abbracciando antichi deserti con altissime dune e piante millenarie, coste oceaniche con arrugginiti relitti, parchi verdi con un’incomparabile ricchezza faunistica.

Attraversata dal Tropico del Capricorno, offre per quasi tutti i periodi dell’anno giornate assolate, cieli perennemente azzurri e notti stellate.

La Namibia ha un’eccellente rete stradale, anche se non è tutta asfaltata, non vi è traffico, è dotata di infrastrutture ben sviluppate e ha una situazione politica molto stabile. Inoltre la malaria è quasi ovunque inesistente, rendendo il viaggio adatto anche in presenza di bambini.

E’ infine testimone di un complesso amalgama di tradizioni e culture: grazie a numerose migrazioni, gli abitanti della Namibia appartengono a più di 10 differenti gruppi etnici; un’affascinante mescolanza di culture e popoli ancora oggi legati fortemente alle loro origini e alle loro abitudini.

 

Giorno 1 – Partenza dall’Italia per Windhoek con volo di linea. Pasti e pernottamento a bordo

Giorno 2 – Accoglienza in aeroporto e incontro con la guida in lingua italiana che accompagnerà il gruppo per tutto il tour. Trasferimento verso la prima destinazione, Otjiwarongo, a circa 250 Km da Windhoek. Lungo il percorso è prevista una veloce sosta al mercato dell’artigianato in legno di Okahandja. Nel pomeriggio attività facoltative nell’area dell’Otjiwa Lodge.

Giorno 3 – Al mattino partenza in direzione dell’Etosha National Park, raggiungibile con un trasferimento di circa 200 Km. Nel pomeriggio, safari nel Parco Nazionale dell’Etosha, il cui ingresso Andersson Gate è situato a soli 2 Km dal lodge dove si pernotterà. Il safari sarà effettuato con il veicolo e la guida del tour. Pernottamento nelle confortevoli e arredate strutture tendate dell’Etosha Village, tutte con bagno privato.

Giorno 4 – Intera giornata dedicata al Parco Nazionale più famoso della Namibia, accompagnati dalla guida del tour. L’Etosha National Park è la più grande riserva della Namibia ed una delle più belle ed importanti dell’Africa meridionale. E’ stata dichiarata Parco Nazionale nel 1907, quando l’estensione era di circa 90000 Km quadrati. Attualmente si estende su circa 23000 Km quadrati di cui 4700 Km quadrati costituiscono un esteso pan, ovvero una piatta depressione, un tempo probabilmente sede di un lago. L’Etosha Pan è senza dubbio una delle zone più suggestive del parco, grazie anche agli effetti visivi creati dall’evaporazione dell’acqua. Il resto del paesaggio è molto vario: savana, cespugli, pianure con un’abbondanza incredibile di animali selvatici facilmente avvistabili, soprattutto in prossimità delle pozze d’acqua durante la stagione secca, tra maggio e ottobre.

Giorno 5 – Trasferimento nel Damaraland, destinazione Palmwag. Lungo il percorso si effettueranno due soste, una per visitare un villaggio della tribù Himba e un’altra per scoprire il sito di Twyfelfontein.

Il gruppo etnico degli Himba vive in rudimentali capanne edificate con sterpi, fango e sterco concentrate all’interno di un recinto in cui è allevato anche il loro bestiame, rispettando i riti e le tradizioni dell’antica vita pastorale. Le donne indossano gonnellini di pelle e adornano il corpo di monili che denotano il proprio status. Anche le acconciature denotano lo stato sociale; in età adulta consistono in trecce cosparse di grasso ed ocra. La stessa mistura di grasso ed ocra ricopre la pelle del corpo a protezione dagli insetti e dal sole e determina il colore rosso caratteristico di questa etnia.

Nel sito di Twyfelfontein sono ospitate le preistoriche pitture ed incisioni rupestri, la più grande concentrazione di petroglifi dell’età della pietra di tutta la Namibia, con circa 2500 incisioni scolpite sulle rocce di arenaria. Si ritiene siano opera di artisti Boscimani e raffigurano animali selvatici e scene di caccia. Inoltre, nella stessa località, è possibile ammirare il curioso fenomeno geologico delle “Canne d’Organo”, un’insolita sovrapposizione di lastre di basalto.

Giorno 6 – Intera giornata dedicata alla scoperta del Damaraland, nella concessione intorno al Palmwag Lodge che ospita molte specie di animali: zebre di montagna, orici, kudu, springbok, oltre ad elefanti e rinoceronti che si sono incredibilmente adattati all’arido ed inospitale deserto.

Giorno 7 – Partenza per Swakopmund, il gioieIlo costiero della Namibia. Prima di raggiungere Swakopmund si farà sosta a Cape Cross, a sud della Skeleton Coast, dove si visiterà la numerosa colonia di otarie. Pomeriggio a disposizione per attività facoltative o per la visita di Swakopmund, la seconda più grande città della Namibia, incastonata tra oceano e deserto.

Giorno 8 – Al mattino partenza per Sossusvlei, dove si trovano le maestose dune del Deserto del Namib. Lungo il percorso sarà possibile ammirare esemplari della Welwitschia Mirabilis, vivente pianta millenaria, oltre che l’arido paesaggio lunare “Moonlandscape” caratterizzato da canyon e stravaganti formazioni rocciose.

Giorno 9 – Giornata dedicata alle escursioni a Sossusvlei, Deadvlei e al Sesriem Canyon. Si partirà molto presto al mattino per poter sfruttare al massimo la luce dell’alba nell’escursione alle gigantesche dune rosse di Sossusvlei. Alcune di esse raggiungono i 300 metri di altezza. Sarà possibile scalare una delle imponenti dune o proseguire l’escursione fino a Deadvlei, famosa per i suoi numerosi resti di alberi morti. Si proseguirà per il Sesriem Canyon, scavato nei secoli dalle acque del fiume Tsauchab. E’ possibile scendere nel canyon e percorrere il letto del fiume, lungo circa un chilometro, racchiuso tra le pareti rocciose fino ad una profondità di 30 metri.

Giorno 10 – Partenza di primo mattino per l’Aeroporto Internazionale di Windhoek. Compatibilmente all’orario di partenza del volo di rientro in Italia, sarà possibile attraversare la città di Windhoek, capitale della Namibia.

Windhoek è situata su un altopiano ad un’altitudine di 1700 metri e ha una popolazione appartenente ai vari gruppi etnici del paese il cui numero è in costante crescita, attualmente consiste in circa 330.000 abitanti. La colonizzazione tedesca –  dal 1884 al 1919 –  ha influenzato l’architettura della città che è decisamente europea e in netto contrasto con la selvaggia natura che domina l’intero paese.

Partenza per l’Italia con volo di linea. Pernottamento a bordo

Giorno 11 – Arrivo in Italia

 

 


Condividi su
Share on TwitterShare via email
 




   Separatore viaggio Scarica il programma in PDF Separatore
Chiama per il tuo viaggio personalizzato +39.06.68301655
La scheda
  • Partenze:
    9 e 30 Maggio, 13 Giugno 2017
    4
    e 18 Luglio 2017
    1, 9, 15, 22 e 29 Agosto 2017
    12, 19
    e 26 Settembre 2017
    10 e 17
    Ottobre 2017

  • Quota per persona a partire da
    € 2840 voli inclusi
    (escluse Tasse Aeroportuali € 535)
  • Minimo 2 – Massimo 12 persone
  • 10 Giorni – 8 notti in Namibia
  • Scarica il Programma Dettagliato:
Highlights
  • Tour di gruppo con guida-autista in italiano attraverso i luoghi più interessanti e più suggestivi della Namibia
  • Safari nell’Etosha National Park e scoperta del suo “Pan” e dei suoi animali: elefanti, leoni, rinoceronti, springbok, zebre di Burchell, giraffe e molto altro
  • I gruppi locali Himba, a lungo separati dal resto del Paese per le particolari condizioni del Kaokoveld
  • Gli intensi paesaggi del Damaraland e l’arte rupestre di Twyfelfontein
  • Le gigantesche dune che incontrano l’Oceano e le colonie popolate da otarie e uccelli marini
  • Il deserto del Namib: le dune rosse di Sossusvlei, i resti degli antichi alberi di Deadvlei e la millenaria Welwitschia Mirabilis

 

 


Assicurazioni