Viaggio in Sri Lanka: Esala Perahera 2016

Viaggio di Gruppo in Sri Lanka con Guida in Italiano

Il Festival dell’Esala Perahera

PARTENZA DALL’ITALIA 13 AGOSTO 2016

10 notti in Sri Lanka

L’Esala Perahera, una festa antichissima che tocca nel profondo due pilastri sui quali storicamente si basa la società cingalese: il forte legame con la terra e la profonda spiritualità che pervade ogni aspetto della vita quotidiana. La celebrazione è ai giorni nostri la fusione di due importanti eventi: l’Esala Perahera vero e proprio, risalente al III secolo d.C., un antico rito propiziatorio per l’arrivo delle piogge, e il Dalada Perahera, a commemorare l’arrivo nell’Isola di una delle più importanti reliquie Buddiste al mondo: il sacro dente del Buddha, il canino sinistro che fu recuperato dalla pira funeraria durante la sua cremazione. La festa, che richiama migliaia di persone da tutta l’isola, è un incredibile esperienza nella quale gli aspetti religiosi si fondono con il folclore e la tradizione in un evento carico di colori, profumi, danze e musiche tradizionali. Il programma segue poi i principali siti del paese, dalle antiche capitali, testimonianza di un glorioso passato, a Nuwara Eliya, uno spaccato d’Inghilterra vittoriana immerso tra giardini del tè e foreste incontaminate. Un itinerario disegnato per offrire tanti spunti, fuori dai classici circuiti turistici, per comprendere a pieno la profonda cultura e le tradizioni del paese. Il viaggio si completa con tre intere giornate di mare lungo le belle coste orientali dell’isola.

Partenza garantita con un minimo di 4 persone – Guida in Italiano

ITINERARIO DETTAGLIATO DEL VIAGGIO

Giorno 1 – Partenza dall’Italia per Colombo con volo di linea. Pasti e pernottamento a bordo.

Giorno 2 - Arrivo a Colombo, accoglienza in aeroporto e trasferimento a Kandy. All’arrivo, check-in e pranzo presso l’hotel. Nel pomeriggio giro panoramico della città e sosta presso il principale mercato. Lungo il percorso si lascerà il bus per salire a bordo dei Tuk Tuk, i coloratissimi mezzi di trasporto locale su tre ruote per raggiungere il Dalada Maligawa (Tempio del Sacro Dente del Buddha), uno dei luoghi più venerati dell’isola, risalente al XVI secolo che la leggenda vuole conservi come reliquia un dente del Buddha Gautama, trasportato qui nel IV secolo dall’antica provincia indiana del Kalinga. Il Tempio, sempre molto frequentato da pellegrini provenienti da tutta l’isola, durante il periodo del festival è un’esperienza incredibile per comprendere meglio lo spaccato culturale cingalese e la profonda spiritualità che pervade molti aspetti della vita quotidiana. Al termine visita del Museo di Kandy, situato in un antico edificio un tempo residenza per gli ospiti della famiglia reale, che oggi ospita una discreta collezione di oggetti d’arte, costumi e artigianato. Il museo, come la maggior parte degli spazi espositivi del Subcontinente Indiano, pur avendo alcune interessanti collezioni e pregevoli pezzi, nel suo complesso non è comparabile con la maggior parte dei musei occidentali, principalmente per la sua struttura espositiva; rimane comunque un’ottima introduzione all’affascinante passato storico dello Sri Lanka. Nel tardo pomeriggio rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

Giorno 3 - Colazione in hotel e giornata dedicata alla scoperta dei Templi di Pilimatalawa. Il Tempio di Gadaladeniya, risalente al XIV secolo, la tradizione vuole sia stato costruito da artigiani provenienti dall’India, al tempo una delle culture più avanzate nel campo dell’architettura e delle decorazioni. Al termine, passeggiata di circa 1 ora e mezza attraverso piccoli villaggi rurali e risaie per raggiungere l’interessante Tempio di Lankathilaka, con la sua architettura tradizionale risalente al Regno Gampola e le bellissime pitture murali. A seguire visita del Tempio di Embekke, famoso per le decorazioni in legno, nel quale si potrà assistere alla cerimonia religiosa (Pooja). Nelle vicinanze del tempio si cisiterà una delle scuole più rinomate di danzatori e percussionisti dell’isola. Un breve incontro per scoprire queste antiche forme d’arte durante il quale sarà anche possibile imparare qualche passo di danza o l’uso dei semplici, ma allo stesso tempo complessi, strumenti a percussione. Pranzo in un ristorante locale. Nel pomeriggio rientro a Kandy per una passeggiata e una prima esperienza del Festival di Esala Perahera che popola le strade della città con continue processioni, danze improvvisate, addobbi luminosi in un’atmosfera unica.

Giorno 4  - Colazione in hotel e trasferimento in bus privato a Nuwara Eliya, storica località di villeggiatura durante il periodo coloniale inglese, immersa in paesaggi collinari circondati da foreste e bellissimi Giardini del Tè. Durante il percorso, sosta per visitare una Piantagione di Tè: accompagnati da una guida esperta si scopriranno le principali tecniche di coltivazione e lavorazione di questa pianta che nei secoli passati ha svolto un ruolo primario nell’economia dell’Isola. Al termine della visita si effettuerà anche una degustazione dei principali tipi di Tè prodotti dall’azienda. Al temine si completerà il trasferimento a Nuwara Eliya con una sosta per il pranzo in un ristorante locale. Visita della cittadina risalente al XIX secolo, uno spaccato dell’antica Inghilterra si fonde con l’architettura e le tradizioni tipiche del periodo dei British Raj. Al termine check-in presso l’hotel e resto del pomeriggio a disposizione. Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 5 – Prima colazione in hotel. A metà mattinata trasferimento alla stazione di Namu-Oya per prendere il treno panoramico che riporterà il gruppo a Kandy. Questo treno in larga parte ricalca quelli in essere durante il periodo coloniale, un’esperienza divertente per ammirare i bellissimi paesaggi della regione collinare centrale dell’isola. E’ previsto che il gruppo viaggi in prima classe con un “box lunch” per il pranzo. Arrivo a Kandy nel primo pomeriggio, check-in e relax presso l’hotel per poi raggiungere nel tardo pomeriggio il centro della cittadina per assistere ai festeggiamenti e alle processioni durante le giornate finali del Festival dell’Esala Perahera, giornate nelle quali il festival è al suo massimo splendore. Saranno riservati per il gruppo dei posti a sedere per ammirare le varie attività. L’Esala Perahera ha origini antichissime; l’attuale Festività deriva dalla fusione di due differenti tradizioni: l’Esala Perahera vera e propria risale al III secolo a.C. ed anticamente era un rito propiziatorio per l’arrivo della stagione delle piogge, mentre il Dalada Perahera risale al IV secolo d.C. nel periodo subito successivo allo spostamento della reliquia del Buddha dall’India. Questa seconda festività è probabilmente il festival religioso più sacro dell’isola richiamando migliaia di fedeli da tutto il paese. Il festival nella sua forma contemporanea è un susseguirsi di processioni, danze e musiche, in una scenografia unica al mondo: un’esperienza ineguagliabile e allo stesso tempo divertente, per scoprire la profonda spiritualità e le tradizioni cingalesi. Rientro in tarda serata in hotel dove sarà preparata una cena a buffet per il gruppo.

Giorno 6- Dopo la prima colazione in hotel, visita del Giardino Botanico Reale, un bellissimo esempio di Orto Botanico contenente migliaia di specie principalmente tropicali tra le quali spicca una bellissima collezione di piante grasse e più di 300 specie di orchidee. La visita sarà accompagnata da uno dei più eminenti botanici del paese. Al termine inizierà il trasferimento verso Dambulla, nel cuore del Triangolo Culturale dello Sri Lanka. Durante il percorso sosta ad una piantagione di spezie in Makale (Spice Garden) durante la quale sarà possibile scoprire le principali tecniche di coltivazione, lavorazione e conservazione delle spezie che, come per il Tè, hanno giocato un ruolo chiave nell’economia cingalese dei secoli passati. Pranzo presso un ristorante locale affacciato sulle risaie che circondano la piantagione. Il pranzo sarà su base tradizionale con ricette locali (Kamaka). Nel pomeriggio proseguimento verso Dambulla con sosta per visitare il famoso Tempio Buddista scavato nella roccia. Il tempio risale al I secolo a.C., sui resti di un’antica struttura fortificata nella quale il Re Velagam Bahu trovò rifugio durante le invasioni provenienti dai Regno dell’India meridionale. In seguito è stato riconvertito in Tempio Buddista e oggi contiene centinaia di statue e bellissime pitture murarie. Dopo la visita trasferimento in hotel a Dambulla per la cena e il pernottamento.

Giorno 7 - Dopo la prima colazione in hotel, la mattinata sarà dedicata alla visita di Sigiriya, l’antica capitale voluta dal Re Kasyapa nel V secolo d.C.. Questo affascinante sito è composto dai resti del palazzo reale edificati sulla sommità di una rocca, circondata da una vasta area nella quale si possono osservare i resti delle antiche fortificazioni e giardini. Sulle pareti della rocca si potranno ammirare anche alcune bellissime pitture murali chiamate “Le Damigelle” il cui stile ricorda quello delle pitture ritrovate nel bellissimo sito di Ajanta in India. Al termine rientro in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio escursione in fuoristrada nel Parco Nazionale di Minneriya, instituito nel 1938, famoso per i branchi di elefanti selvatici e per la moltitudine di specie di uccelli che lo popolano facendone uno dei paradisi più apprezzati per gli appassionati. Nel tardo pomeriggio rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

Giorno 8 - Dopo la prima colazione in hotel, trasferimento al villaggio di Angampura, famoso per essere la culla dell’Angam, un’arte marziale che ha origini antichissime. La visita del villaggio si concluderà con una dimostrazione da parte di Mr Sumedha, un esperto della disciplina che sta cercando di preservare questa antica tradizione nella quale le esigenze del combattimento si fondono con le profonde radici culturali, filosofiche e spirituali dell’isola. Al termine pranzo in un ristorante locale e trasferimento ad Anuradhapura, la prima capitale del regno e indubbiamente la città più popolosa ed estesa dello Sri Lanka dei tempi antichi (V secolo AD). Anuradhapura è stata inserita nella lista UNESCO dei Patrimoni dell’Umanità per l’incredibile ricchezza di luoghi di interesse storico ed archeologico: lo Sri Maha Bodhi, un imponente ficus sacro piantato nel 288 a.C., discendente diretto della pianta sotto la quale Siddharta ottenne l’illuminazione, il tempio di Isurumuniya con la famosa statua in pietra de “Gli Amanti” ed il Thuparama Dagoba che custodisce delle reliquie del Buddha. Al termine della visita rientro in hotel per alcune ore di relax prima della cena. Per chi lo desidera sarà possibile effettuare un’escursione a dorso di elefante nei pressi del bel lago Kandalama, un’esperienza interessante sia per i paesaggi sia per comprendere meglio il profondo legame tra questi grandi animali e il popolo cingalese (Attività lasciata opzionale – su pagamento diretto al costo di Euro 25)

Giorno 9 - Dopo la prima colazione in hotel, trasferimento a Polonnaruwa per la visita del sito archeologico esteso su una vasta area dove ancora oggi, nonostante i secoli d’oblio, è possibile trovare le tracce di quella che fu la seconda capitale del regno cingalese (X – XII sec). Al termine, pranzo in un ristorante locale affacciato sulle risaie che circondano il sito. Durante il pranzo sarà anche possibile approfondire i segreti della cucina locale. Nel pomeriggio trasferimento a Passikuddah, situata lungo la costa nord-orientale dell’isola, una delle località di mare più apprezzate dello Sri Lanka. Resto della giornata a disposizione per rilassarsi al resort.

Giorni 10 e11 - Prima colazione in hotel. Due intere giornate a propria disposizione per rilassarsi in spiaggia o per effettuare alcune delle escursioni disponibili, come lo snorkeling alle barriere coralline di Kayankerny e Bar, le migliori dello Sri Lanka o l’escursione in barca a Pigeon Island, una piccola isola disabitata con spiagge bianchissime e bellissimi fondali.

Giorno 12 - Dopo la prima colazione, trasferimento in direzione di Colombo; durante il percorso, sosta per visitare l’interessante progetto di sviluppo sostenibile Selyn: il progetto nato nel 1991 dalla visione della sua fondatrice Sandra Wanduragala, ha l’obiettivo di preservare le antiche tecniche di tessitura ed allo stesso tempo offrire a centinaia di donne la possibilità di un impiego. Il centro, immerso nella tipica campagna rurale srilankese, è un’esperienza affascinante per comprendere a fondo le tecniche artigianali, gli stili di vita e il profondo senso di cooperazione sociale che ha portato allo sviluppo del progetto. Pranzo locale presso il centro. Nel pomeriggio trasferimento a Negombo presso il Jetwing Lagoon Resort per la cena. In serata trasferimento in aeroporto.

Giorno 13 - Partenza per l’Italia – Arrivo   PER MAGGIORI DETTAGLI E PER L’ELENCO DEGLI HOTEL UTILIZZATI SCARICA L’ITINERARIO DETTAGLIATO


Condividi su
Share on TwitterShare via email
 




   Separatore viaggio Scarica il programma in PDF Separatore
Chiama per il tuo viaggio personalizzato +39.06.68301655
La scheda
  • Partenza di Gruppo
  • dal 13 al 25 Agosto 2016
    13 Giorni / 10 notti in Sri Lanka
  • Quota per persona € 1880
    in pensione completa, voli esclusi
  • Ottimi hotel 4*
  • Posti riservati per il festival
  • Scarica il Programma Dettagliato:
Highlights
  • L’Esala Perahera, il più importante Festival dello Sri Lanka: processioni, danze, musiche e colori  per scoprire l’affascinante cultura dell’Isola delle Spezie
  • Sigiriya, Polonnaruwa e Anuradhapura: le antiche capitali, eredità di un passato glorioso
  • Le spiagge bianche di Passikuddah per tre giornate di relax
  • Il paesaggio collinare di Nuwara Eliya immerso nei bellissimi giardini del Té
  • La scuola di danza e musica tradizionale di Pilmatalawa
  • l’Angam: antica Arte Marziale, fusione tra combattimento, tradizioni e spiritualità
  • I Giardini delle spezie di Matale

Assicurazioni